giovedì 12 novembre 2015

La parabola del vomito

Voi penserete (se c'è qualcuno che ancora mi legge), questa non scrive da mesi e torna sul blog con un post sul vomito???
Ebbene si, ho scritto di getto... ;) scusate la triste battuta ma devo smorzare una certa ansietta che ho nello scrivere dopo mesi e mesi di latitanza e quindi ho deciso di tornare per cazzeggiare un po'.
Stanotte è stata quella notte.
In 21 mesi Adele non aveva mai avuto questo tipo di problema se non un rigurgito appena nata nella sua culla e un paio di "episodi" post biberon dovuti al catarro.
Questo post serve per ricordarmi alcuni punti fondamentali:
Innanzitutto tua figlia vomiterà di notte, quando i tuoi riflessi saranno rallentati e il tuo "pensare positivo" non ci pensa proprio ad aiutarti nell'impresa.
Succederà la notte che segue l'unico giorno della settimana in cui viene la signora delle pulizie e quindi casa brillava...e allora giù madonne silenziose.
Sarà un giorno infrasettimanale, la mattina dopo anche se non hai chiuso occhio dovrai comunque andare al lavoro, vestita e truccata decentemente e soprattutto con il sorriso sulla faccia.

La cosa più importante che ho imparato da questa prima esperienza di disturbo intestinale della piccoletta è che l'altezza del genitore, che prenderà in braccio la pargola un secondo prima che vomiti, sarà rilevante a quanto minuziosa e precisa dovrà essere la pulizia.
Mi spiego meglio, se tuo marito è alto 1.80 dovrai chiamare il RIS per ripulire la stanzetta perché gli schizzi saranno arrivati anche sul soffitto.
A questo punto io ringrazio che non siamo dei watussi ma state certi che la prossima volta che ho il vago sospetto che Adele si sia svegliata durante la notte perché non ha digerito bene, io la prenderò in braccio e striscerò fino bagno per evitare che l'onda d'urto del suo pasto precedente non vada a finire anche sui libri sulla mensola a due metri di altezza.

Ci sono cose che non si dimenticano...e il suo primo vomito notturno è tra questi; appena torno a casa dopo aver passato lo straccio in tutta casa vado a segnarlo sul suo libricino rosa dei ricordi....vuoi non ricordare a tua figlia, quando non vorrà aiutarti a rassettare casa, la prima volta che ha imitato l'esorcista e cosa hai dovuto fare per ripulire??!! ;)

Posso farcela a tornare in pista...me lo dico da sola per ricordarmi che il blog mi è mancato.

Buon Giovedì

giovedì 21 maggio 2015

LIEBSTER AWARDS 4.0

Buongiorno mondo!
sono tornata prima del previsto e con un sorriso a 32 denti perchè sono riuscita nell'intento di non far passare altri tre mesi tra un post e l'altro.
Ho già ringraziato la blogger che mi ha assegnato questo premio, lei ha un blog dolcissimo, è una tipa tosta, vive in un posto meraviglioso e porta avanti tutto con grande energia nonostante Arty che non l'abbandona mai.
Le donne hanno coraggio da vendere e non smetterò mai di pensarlo e di ripeterlo.

ll premio e' il Liebster awards 4.0 e queste sono le regole:
Ringraziare il blog che ti ha nominato
Rispondere alle 10 domande poste da chi ti ha nominato
Nominare 10 blog
Porre 10 domande ai blog a cui hai assegnato il liebster awards.

Le mie risposte sono queste: 
- Quali sono i tre aggettivi che ti descrivono meglio?
Ironica, sensibile...e volendo scriverne uno negativo...mmmmm a volte incazzosa...se pò dì!?
- Perché hai aperto un blog? 
Non ho mai amato tenere un diario vecchio stile. Non l'ho mai fatto perchè non sarei stata constante e le mie cose volevo che rimanessero solo mie...ad un certo punto ho sentito il bisogno di condividere il mio percorso, la mia tristezza e successivamente le mie gioie.
Questo blog per me è un diario che spero mia figlia possa leggere in futuro per capire qualcosa in più di noi e anche di lei.
- Meglio vivere di rimpianti o di rimorsi?
Se devo scegliere tra i due sicuramente di rimorsi...anche se bisogna sempre pensarci bene prima di fare qualcosa di importante, fermarsi un attimo e riflettere per non pentirsi di aver fatto qualcosa di sbagliato o di non averlo fatto.
- L'amore è per sempre?
L'amore è per sempre...in qualsiasi caso e per chiunque. Anche se un amore finisce male sotto sotto c'è sempre un filo che resta.
- Se avessi un solo desiderio da poter realizzare cosa vorresti?
Che io e la mia famiglia riuscissimo ad essere felici sempre.
Quale canzone sceglieresti come colonna sonora della tua vita? 
La Cura di Franco Battiato, è la mia canzone preferita...vorrei riuscire a proteggere sempre chi amo.
-Quale personaggio storico, dei fumetti, di un libro o famoso ti ha fatto dire: "questa sono io!"? 
POLLON! Daiiii lei è una tipa divertente e un pò matta...e poi all'olimpo mi sa che si sta parecchio bene ;)
-Sei un tipo tradizionalista o progressista?
Progressista. Avanti tutta!
-Se potessi cambiare epoca (passata o futura), in quale ti sarebbe piaciuto nascere? 
Mi sarebbe piaciuto vivere negli anni sessanta, quelli che mi racconta mio padre, quelli pieni di libertà e trasgressione, di esperienze vere e di sogni che potevano realizzarsi.
-Qual è il tuo progetto più ambizioso? 
Crescere una bimba coraggiosa e generosa.

I blog che a mia volta voglio segnalare sono:
http://ilblogdibubblesbeforebed.blogspot.it
http://www.unkilodicostanza.it


Alcune delle domande a cui dovete rispondere sono  le stesse a cui ho risposto io, altre le ho modificate!

·         Perché hai aperto un blog?
·         Da cosa prendi spunto per scrivere un post?
·         Hai un momento della giornata in cui hai maggiore ispirazione?
·         Se avessi un solo desiderio da poter realizzare, cosa vorresti?
·         Quale canzone sceglieresti come colonna sonora della tua vita?
·         Quale personaggio storico, dei fumetti, di un libro o famoso ti ha fatto dire: Questo “Sono io!”?
·         Sei un tipo tradizionalista o progressista?
·         Se potessi cambiare epoca (passata o futura), in quale ti sarebbe piaciuto nascere?
·         Qual è il tuo progetto  più ambizioso?

La cosa che mi piacerebbe uscisse da questo piccolo giro di premi è proprio conoscere altri blog, belli, originali, significativi...io ne ho scoperti diversi che non conoscevo e sono contenta!

Buon Liebster awards a tutti!





mercoledì 13 maggio 2015

IO & IO

Sono la peggio.
Me lo dico da sola, me lo ripeto ogni giorno davanti al pc e mi scuso con la IO che vorrebbe scrivere, condividere e vivere.
Sono oberata, sto cercando di districarmi e organizzarmi per non rimanere senza viveri nel frigo, per non ritrovarmi a fare 15 lavatrici di fila e con mille miliardi di panni da stirare.
Ce la faccio lo so....mi servirebbe solo qualche ora in più durante la giornata...se potrà fà!!??
Mmmmm dunque devo lavorare 5 ore al giorno, arrivarci con i mezzi pubblici (a Roma vuole dire che sto più sui mezzi che al lavoro), dormire devo per forza, anche perchè io non sono una di quelle che dorme 5 ore e si ricarica...per cui devo tagliare il "superfluo" che una volta era la mia valvola di sfogo, il mio "fondamentale" ma ora non più.
Ho una serie di post arretrati che tra poco la piattaforma di Blogger mi caccia, vabbè è sempre la stessa storia ma devo scriverlo così mi sento meno in colpa ;)...del resto questa è la vita e alla fine io rinuncio al "resto" per stare con la mia titita e quindi sono felice.
Veniamo a noi, il post sulla festa lo pubblicherò a ferragosto visto che ancora devo scaricare e vedere le foto del compleanno di Adele causa hard disk (dove archiviamo le foto) rotto, e menomale che le ultime parole famose di Mr F sono state: "amore non lasciamole sul pc le foto, si potrebbe rompere e poi andrebbero perdute" O_o. Adoro la tecnologia.
Ancora pensando ai post arretrati devo ringraziare questa blogger per avermi scelto per il "Liebster awards 4.0" sono contenta che nonostante ultimamente non sono molto presente c'è ancora qualcuno che mi legge :)
Appena posso sceglierò a mia volta dei blog e risponderò alle domande...Grazie ancora!







martedì 10 febbraio 2015

7 Febbraio 2015

Questa volta in particolare non sono riuscita a scrivere nulla il giorno preciso in cui avrei voluto, quel giorno è stato pieno di cose da fare e in realtà tutto il fine settimana.
I festeggiamenti si sono protratti fino al giorno dopo e ancora oggi c'è qualche amica che vuole ovviamente festeggiare la moretta di casa.
Venerdì sera sono andata a letto tra mille ricordi e la mattina mi sono svegliata pensando che quella piccoletta con il berretto a righe bianche e azzurre di un anno fa era ora nel nostro lettone a zompettare con il suo pigiamino rosa.

Non credo ci sia amore più grande




P.s. A breve (jijijij mi viene da ridere da sola) vorrei pubblicare qualche foto della festicciola che abbiamo organizzato per Adele, io ho preso diversi spunti da vari blog che mi sono stati moltooo utili e magari lo saranno anche per voi! ;)

venerdì 6 febbraio 2015

6 Febbraio 2015

Tra poche ore, un anno fa, iniziavano i dolori e con loro il travaglio...ebbene si è già passato un anno da quel bellissimo giorno.
In questi ultimi momenti prima del suo compleanno sto rivivendo mentalmente quegli istanti...cerco di ricordarmi cosa abbiamo fatto, come mi sentivo e se mi ricordo qualcosa in particolare.
L'unica cosa che non smetterò mai di dire è che lo rifarei mille e mille volte, dolore compreso.
Quel giorno ho portato la mia soglia del dolore al massimo e sembrarà strano ma sono contenta di questo; non è stata una cosa molto consapevole in realtà, durante i nove mesi ho sempre pensato di voler sentire cosa si provasse quando si partorisce e fino a 7 cm di dilatazione ho tenuto duro...poi è arrivata l'epidurale e devo dire che sono contenta anche di questa scelta.
Mi sono goduta una parte del parto sorridendo e chiaccherando, se dovessi partorire di nuovo arriverei al travaglio moltooo più consapevole di quel che succederà, del dolore che proverò e forse sarei più preparata.
Se tornassi indietro un paio di cosette le cambierei, ma nel complesso rimarrà sempre il giorno più bello della mia vita.

Queste sono state le ultime ore con il pancione...tra poco arrivava lei.



mercoledì 7 gennaio 2015

Quel che resta del natale, del 2014 e soprattutto 11 mesi di te

Quest'anno durante le feste ho deciso di non scrivere post per Natale, ne post per ricordare l'anno passato o con buoni propositi per il 2015...sono voluta uscire un pò dai soliti schemi e dalle solite banalità che girano in questo periodo nella blogosfera...MA DE CHE!!!
Tutte palle che mi sto raccontando da sola per non dispiacermi troppo di non aver scritto proprio nulla durante queste prime feste di Adele e soprattutto nulla su questo bellissimo 2014.
Fino al 24 Dicembre oltre a lavorare siamo stati immersi nella frenesia dei vari preparativi, poi abbiamo trascorso i giorni successivi tra pranzi, cene, auguri e Co. e il 29 dicembre come buon augurio di fine anno ZAC ci si è ammalata la pagnotta e di conseguenza anche io che sono una pecetta nata.
Per finire il 5 gennaio quando le due donzelle di casa si erano (quasi) rimesse...si è ammalato pure il boss di casa, che ancora adesso rantola come solo gli uomini sanno fare.
Quindi recupererò oggi a costo di fare le 2 di notte perchè sennò rimugino su questi post mancati e non ne esco più.
Alla fine ho pensato scriverlo oggi in modo da "festeggiare" anche l'ultimo mesiversario della topetta che tra un mese esatto compirà 1 anno.

Questo natale è stato speciale, con Adele lo spirito Natalizio si è amplificato, io adoro il natale, gli addobbi, le lucine, la ricerca dei regali giusti.
Il nostro primo natale insieme si può riassumere così....

video


A capodanno abbiamo festeggiato allegramente, nonostante la malaticcia in casa, con la mia amica Ninuzza, Paul e il piccolo Simon e un'altra coppia di cari amici con una dolce bimbetta, una serata casalinga ma decisamente piacevole.
Il 2014 è stato veramente intenso, un anno pieno di cambiamenti che potrei riassumere con una parola sola: LEI.
Quella personcina che ci ha rapito cuore, che ci ha fatto piangere e ridere, che ci ha unito e diviso...insomma 10 kg di amore che più semplice di così non si può.




Ricorderemo quest'anno prima di tutto per la sua nascita, poi per gli 80 anni di mio padre, i 40 di mia sorella maggiore, il suo battesimo campestre, la nostra prima vacanza in tre, i nostri fine settimana nella bella Napoli e quello in Umbria tra mercatini e nuovi amici.
Infine ricorderemo questo primo Natale insieme ad una bimbetta da stupire con un babbo natale che di vero ha poco ma che si traveste sempre con tanto amore.

Anche se con molto ritardo volevo augurarvi buon anno...
che sia pieno di nuovi sogni...
...che si realizzino o no l'importante è sognare.